Джампетрино (Джованни Педрини)
Salvator Mundi. Prima metà del XVI secolo

Tempera su legno
50×39 cm
The Rumyantsev Museum
Ж-123
Arte dell'Impero Bizantino. Arte italiana dei secoli XIII-XVI View on the hall's virtual panorama

Sul verso della tavola compaiono le iniziali CR e la corona del sovrano inglese Carlo I Stuart.

In passato, nella collezione Mosolov, il quadro oggi appartenente al Museo Puškin era attribuito a Leonardo da Vinci (Mosolov 1880). Romanov ne identificò l’autore in Giampetrino, e sotto questo nome il dipinto venne inscritto nell’inventario del museo (come Giovanni Padrini o Giampetrino). Tuttavia, secondo l’attribuzione proposta da Lazarev, il quadro venne considerato a lungo opera di Marco d’Oggiono. Tale attribuzione si basava probabilmente sull’affinità iconografica con le opere di Marco d’Oggiono, che aveva dedicato alcuni quadri a questo soggetto. Il più noto è alla Galleria Borghese di Roma (inv. 435; Sedini 1989, рp. 42-44, n. 10). Queste opere, tuttavia, sono molto differenti fra loro per maniera pittorica. Per questo, all’inizio degli anni Settanta l’autrice del catalogo ha ritenuto necessario tornare all’attribuzione del quadro a Giampetrino, come si rileva nella variante manoscritta del catalogo di quegli anni.

Mostra di più
Bibliografia
Go to the full description on "Italian painting in VIII-XX centuries" catalogue.
  • Tempera su legno
    50×39 cm
  • si trova al Museo Puškin dal 1924
    The Rumyantsev Museum
  • Ж-123
Mostra di più
View on the hall's virtual panorama