Джованни Бальдуччи
Natività di san Jiovanni battista. Fine del XVI secolo

Sul verso della tavola in alto si osserva la scritta: VASARI; in punti diversi, tre sigilli rossi di ceralacca.

Il soggetto viene menzionato solo nel Vangelo secondo Luca (Lc 1,57-64). Nella nostra composizione è rappresentata la versione – che risale alla Leggenda aurea – secondo cui alla sua nascita era presente la Vergine Maria, che tiene il neonato Giovanni tra le braccia.

Nella collezione Jusupov l’autore del quadro era considerato Giorgio Vasari, e la scritta sul verso dell’opera fa pensare che tale definizione abbia una lunga tradizione; il soggetto era inizialmente interpretato come Natività di Cristo, e successivamente come Natività della Madonna. Vipper (verbalmente) lo attribuiva a Naldini, e Lazarev (Lasareff 1966), pubblicò il quadro sotto il nome di questo artista, rifacendosi al suo affresco nella cappella Altoviti, nella chiesa di Santa Trinità dei Monti a Roma, di cui considerava l’opera del Museo Puškin come un modello-schizzo. L’attribuzione attuale appartiene all’autrice del catalogo.

 

Mostra di più
Bibliografia
Go to the full description on "Italian painting in VIII-XX centuries" catalogue.

Джованни Бальдуччи

1560–после 1631