Luca Giordano
Amore e i vizi disarmano la giustizia. Seconda metà del XVII secolo

Olio su canvas
231×285 cm
The Rumyantsev Museum
Ж-151
Arte italiana dei secoli XVII – XVIII View on the hall's virtual panorama

Questo soggetto si incontra sovente nella pittura italiana di epoca barocca, in cui il fascino dell'allegoria era ampiamente diffuso. La figura femminile in bianche vesti, seduta in groppa a uno struzzo al centro della composizione, impersona la giustizia, uno dei cui attributi, secondo la tradizione iconografica, è la raffigurazione di uno struzzo morto. A destra vediamo Amore con una freccia in mano, a sinistra un vecchio che impersona i vizi.

Questa composizione ritorna più volte nelle opere di Luca Giordano. Nel colorito del quadro moscovita e nella sua maniera stilistica è evidente l'influsso di Pietro da Cortona, la cui arte Luca Giordano ebbe modo di conoscere durante il suo soggiorno a Firenze. La potenza e la perizia pittorica di questa tela indicano nel suo autore uno dei maestri di maggior spicco della pittura europea.

Go to the full description on "Italian painting in VIII-XX centuries" catalogue.
  • Olio su canvas
    231×285 cm
  • si trova al Museo Puškin dal 1924
    The Rumyantsev Museum
  • Ж-151
Mostra di più
View on the hall's virtual panorama

Luca Giordano

1634–1705