Guido Reni
Giuseppe e la Moglie di Putifarre. Circa 1626

Olio su canvas
227×195 cm
Apparteneva alla collezione Voroncov-Daškov (Pietroburgo), nel 1920 fu consegnato all’Ermitage
Ж-1621
Arte spagnola e italiana del XVII secolo View on the hall's virtual panorama

Il soggetto è tratto dall’Antico Testamento, Gen 39,7-20. Giuseppe, figlio del patriarca Giacobbe, dopo essere stato venduto come schiavo dai fratelli finì in Egitto. Trovandosi al servizio di Putifarre, consigliere del faraone, seppe meritare la sua completa fiducia. La moglie di Putifarre si innamorò del giovane e cercò di adescarlo, ma venne respinta. Calunniato da lei, che voleva vendicarsi del rifiuto, Giuseppe venne subito imprigionato con l’accusa di aver attentato al suo onore (Pigler 1974, I, p. 80 ss.).

Cesare Malvasia (1678), biografo degli artisti bolognesi, menziona più quadri di Guido Reni dedicati a questo tema. Nel XVII secolo uno di essi si trovava nella galleria del marchese Ferdinando Cospi, uno dei più importanti collezionisti italiani dell’epoca, e un altro apparteneva a Gian Carlo de’ Medici ed era conservato in una delle sue dimore nei dintorni di Firenze.

Mostra di più
Bibliografia
Go to the full description on "Italian painting in VIII-XX centuries" catalogue.
Mostra di più
View on the hall's virtual panorama

Guido Reni

1575–1642