Giovanni Girolamo Savoldo
Tentazione di San Girolamo. Dopo il 1515

Olio su legno
58×86 cm
Prima del 1899 era nella collezione del marchese Pallavicini-Grimaldi (Genova), nel 1899 fu acquistato da Ščukin (?) (Pietroburgo), da lui passò nella collezione di Ja.N. Danzas (Pietroburgo), e successivamente nella collezione O.E.Braz (Pietroburgo-Pietrogrado), dopo il 1917 fu trasferito al Foindo Museale di Stato
Ж-1638
Arte dell'Impero Bizantino. Arte italiana dei secoli XIII-XVI View on the hall's virtual panorama

Nella collezione Pallavicini era considerata opera di anonimo olandese, mentre nel 1899 venne messa in vendita sotto il nome di Pieter Bruegel il Vecchio. L'attribuzione al Savoldo venne stabilita da Liphart, quando il quadro era già nella collezione Braz. Fino a non molto tempo fa si riteneva che il quadro raffigurasse sant'Antonio, tuttavia il manto cardinalizio indica che deve trattarsi di san Girolamo.

Go to the full description on "Italian painting in VIII-XX centuries" catalogue.
  • Olio su legno
    58×86 cm
  • si trova al Museo Puškin dal 1928
    Prima del 1899 era nella collezione del marchese Pallavicini-Grimaldi (Genova), nel 1899 fu acquistato da Ščukin (?) (Pietroburgo), da lui passò nella collezione di Ja.N. Danzas (Pietroburgo), e successivamente nella collezione O.E.Braz (Pietroburgo-Pietrogrado), dopo il 1917 fu trasferito al Foindo Museale di Stato
  • Ж-1638
Mostra di più
View on the hall's virtual panorama