Guercino (Giovanni Francesco Barbieri)
San Sebastiano. 1642

Sul rectoa destra in basso si rileva il numero rosso del catalogo 4503 dell’Ermitage del 1797.

Sul verso della tela è stampato il numero di Inventario dell’Ermitage del 1859: 2254; sul telaio compare un sigillo di ceralacca con l’aquila bicipite incoronata.

A tergo della tela è incollato un foglio di carta con un sonetto del XVII secolo di Luigi Manzini, dedicato al quadro (sotto se ne riporta il testo); sul verso è stampato anche il numero di inventario 2254 dell’Ermitage del 1859. sul telaio compare un sigillo di ceralacca con l’aquila bicipite incoronata.

Sebastiano è un santo martire cristiano (Legenda Aurea [1995], XXIII, 1); era comandante della guardia pretoriana durante il regno di Diocleziano (III secolo), e a motivo della sua professione di fede cristiana fu trafitto di dardi.  Lo si invocava come protettore nelle epidemie di peste.

Mostra di più
Bibliografia
Go to the full description on "Italian painting in VIII-XX centuries" catalogue.

Guercino (Giovanni Francesco Barbieri)

1591–1666