Giulio Pippi, called Giulio Romano
Dama allo Specchio. Inizio del 1520 anni

Olio su canvas (trasporto da tavola), preparazione a tempera
111×92 cm
Non oltre il 1626 nella collezione Olimpia Aldobrandini, principessa di Rossano (Roma), da dove nel 1682 passò nella coll. Lambruschini (Firenze), e poi nella coll. Camillo Pamphili (Roma), nel XIX secolo appare nella collezione Noè a Bruxelles, nel 1839 fu acquistata presso l’antiquario di Monaco I. Noè a Pietroburgo per l’Ermitage
Ж-2687
Arte dell'Impero Bizantino. Arte italiana dei secoli XIII-XVI View on the hall's virtual panorama

Indubbiamente, il quadro della collezione del Museo Puškin appartiene al novero delle opere da cavalletto più notevoli di Giulio Romano, il cui brillante talento si manifestò nei più svariati campi artistici. La Dama allo specchio è uno dei rari esempi dell’epoca di composizione a soggetto profano. Potrebbe essere stata commissionata all’artista per un matrimonio e dipinta tra il 1520 e il 1524, quando, lasciata Roma, Giulio Romano si trasferì a Mantova per lavorare presso la corte del duca Federico Gonzaga.

Mostra di più
Bibliografia
Go to the full description on "Italian painting in VIII-XX centuries" catalogue
Mostra di più
View on the hall's virtual panorama