Giambattista Tiepolo
Due Santi (Maxim e Oswald?). 1740-1745

Olio su canvas
61×36 cm
Secondo le scritte sul verso, Giambattista Tiepolo lo donò al figlio Giandomenico; dopo la sua morte l'architetto Gianantonio Selva lo acquistò dalla vedova dell'artista e lo inviò in Russia a Giacomo Quarenghi,fu nella collezione dei principi Dolgorukij, e poi, fino al 1918, nella collezione di I.S.Ostrouchov (Mosca),nel 1931 il Museo lo acquistò da N.I.Ostrouchova (Mosca)
Ж-2696
Arte italiana dei secoli XVII – XVIII View on the hall's virtual panorama

Il quadro è legato al lavoro svolto da Giambattista Tiepolo alla composizione per l'altare maggiore della chiesa dei Santi Massimo e Osvaldo a Padova (1742-1745). A questa composizione si collega un gruppo di opere di piccolo formato, costituite sia da schizzi del maestro, sia da copie della sua bottega.

Go to the full description on "Italian painting in VIII-XX centuries" catalogue.
  • Olio su canvas
    61×36 cm
  • si trova al Museo Puškin dal 1931
    Secondo le scritte sul verso, Giambattista Tiepolo lo donò al figlio Giandomenico; dopo la sua morte l'architetto Gianantonio Selva lo acquistò dalla vedova dell'artista e lo inviò in Russia a Giacomo Quarenghi,fu nella collezione dei principi Dolgorukij, e poi, fino al 1918, nella collezione di I.S.Ostrouchov (Mosca),nel 1931 il Museo lo acquistò da N.I.Ostrouchova (Mosca)
  • Ж-2696
Mostra di più
View on the hall's virtual panorama

Giambattista Tiepolo

1696–1770