Agnolo Bronzino
Sacra famiglia con San Giovannino (Madonna Stroganov). Inizio del 1540 anni

Audioguida izi.TRAVEL

A destra si rileva la firma (su un sasso), con alcune lettere del nome: BR[onzin]O / FIOR.

A retro della tela appare la scritta: trasferito da Legno su tela a Sanpietroburgo. Restauratore F. Tabuncov. Anno 1857.

La raffigurazione della Sacra Famiglia compare nell’arte occidentale, e anche in quella italiana, solo a partire dal XV secolo.

L’attribuzione dell’opera è tradizionale. Nella collezione A.S. Stroganov, di cui il dipinto entrò a far parte all’inizio del XIX secolo, era considerato una delle opere più importanti, come testimoniano alcune parole del conte stesso: «Il quadro... può essere considerato uno dei capolavori dell’artista, contemperando perfettamente in sé le componenti più essenziali dell’arte: composizione, disegno, colorito, stile aulico, una bellezza delle forme degna di Raffaello, una nobiltà ed esattezza del disegno paragonabili a Michelangelo, la grazia del Correggio, il colorito della scuola veneziana» (Galerie A. Stroganoff 1807).

Lazarev (Lasareff 1923) in un suo articolo giovanile tentò di identificare l’opera della collezione del Museo Puškin con il quadro dipinto per Carlo Gherardi da Pistoia. Lo studioso riteneva inoltre che dei sei quadri di questo soggetto ricordati dal Vasari, quello moscovita fosse il più tardo, dipinto negli anni ‘50. Questa datazione (tra il 1555 e il 1560) venne sostenuta anche da McComb (1928), mentre Voss (1920) la anticipava agli anni ’30.

Mostra di più
Bibliografia
Go to the full description on "Italian painting in VIII-XX centuries" catalogue

Agnolo Bronzino

1503–1572