Bartolomeo Manfredi
Il fruttarolo. Secondo decennio del XVII secolo

Olio su canvas
116×158 cm
Передача 5-ый Пролетарский (Рогожско-Симоновский) музей
Ж-32
Arte spagnola e italiana del XVII secolo View on the hall's virtual panorama

Prima che giungesse al museo, la tela era ritenuta opera di un pittore anonimo dell’Italia meridionale del XVII secolo. Lazarev la attribuiva a Pier Paolo Bonzi, e questa attribuzione è rimasta nelle guide del Museo Puškin del 1934 e del 1938. Successivamente venne indicata come opera di un artista italiano, e poi bolognese, del XVII secolo. La presente attribuzione appartiene all’autrice di questo stesso volume.

La tela rappresenta uno splendido esempio di natura morta caravaggesca con figura. Le opere di questo genere sono molto rare, e tanto più meritevoli di attenzione. La maniera stilistica è contraddistinta da una forte espressività della forma plastica, da una nobile sobrietà di colorito. Questi elementi consentono di datare il quadro al secondo decennio del XVII secolo e di indicare come suo autore un artista della cerchia di Bartolomeo Manfredi. Un motivo analogo – una figura maschile accanto a un tavolo su cui sono posati un cesto di mele e una bilancia – si incontra in una composizione di formato verticale (olio su tela, 116 х 90; l’altezza coincide con quella del quadro moscovita), appartenente a una collezione privata italiana, e pubblicata da Bauch come opera di Manfredi (Bauch 1956, pp. 232-233, vol. 5). In precedenza era attribuita a Ludovico Finsonius, mentre Voss e Longhi ritenevano che il suo autore fosse uno dei caravaggeschi settentrionali. Sebbene questa tela presenti un carattere più spiccato di «pittura di genere», rispetto al quadro del Museo Puškin, le due opere potrebbero appartenere alla stessa mano.

Mostra di più
Bibliografia
Go to the full description on "Italian painting in VIII-XX centuries" catalogue.
  • Olio su canvas
    116×158 cm
  • si trova al Museo Puškin dal 1924
    Передача 5-ый Пролетарский (Рогожско-Симоновский) музей
  • Ж-32
Mostra di più
View on the hall's virtual panorama