Paris Bordone
Apparizione della sibilla all’imperatore Augusto. Anni 1550

Sul recto è visibile, a destra, dipinto in rosso, il numero di catalogo 623 dell’Ermitage del 1797. Sul verso appare, scritto a mano in nero, il numero di Inventario dell’Ermitage del 1859, 5755.

Il soggetto del quadro si rifà alla storia della Sibilla Tiburtina (Legenda Aurea [1995], Natività di Cristo). L’imperatore Augusto chiese consiglio alla Sibilla quando il senato romano stabilì di celebrare la sua apoteosi o divinizzazione. La Sibilla Tiburtina preannunziò la nascita di un bambino che sarebbe stato più potente di tutti gli dei romani. In quell’istante si spalancarono i cieli e l’imperatore ebbe la visione della Vergine Maria su un altare con il Bambino fra le braccia (Pigler 1974, I, pp. 479-482).

L’imperatore Augusto è raffigurato in ginocchio, al centro del quadro, accanto alla Sibilla che addita il cielo, dove fra le nubi appare la Madonna con il Bambino. A sinistra di Augusto è visibile un fanciullo che regge lo scettro dell’imperatore. Le scene rappresentate nei bassorilievi di sinistra, alla base dell’edificio, vanno probabilmente interpretate come raffigurazioni dei trionfi militari di Augusto.

Mostra di più
Bibliografia
Go to the full description on "Italian painting in VIII-XX centuries" catalogue

Paris Bordone

1500–1571