Jacobello del Fiore
Crocifissione con la Vergine, San Giovanni Evangelista e Monaci Carmelitani. Circa 1405

Tempera su legno
47,9×56,3 cm
Acquistata da M.S. Ščekin nel primo decennio del XX secolo in Italia, donata nel 1909 da Ščekin
Ж-5
Arte dell'Impero Bizantino. Arte italiana dei secoli XIII-XVI View on the hall's virtual panorama

Per il soggetto, cfr. Mt 27,33-56, Mc 15,22-41, Lc 23,33-49, Gv 19,17-37. La tradizione di disporre ai lati del Crocifisso le figure della Vergine Maria e di san Giovanni Evangelista non compare prima del VI secolo. Una peculiarità interessante è l’inserimento nella scena di gruppi di monaci carmelitani, committenti dell’opera. Nella collezione Ščekin era ritenuta opera di Jacopo Avanzi, e successivamente venne attribuita con punto di domanda alla scuola padovana del XIV secolo. In seguito, nell’inventario principale del Museo Puškin venne registrata come opera di artista anonimo di scuola padovana del XIV secolo, sulla base dell’attribuzione verbale di Lazarev, che la collegava al nome di Guariento, uno degli artisti di spicco a Padova, e scorgeva un’affinità stilistica con la Crocifissione della Galleria di Ferrara e con la Pietà nella chiesa degli Eremitani a Padova (Lazarev 1959). L’attribuzione attuale appartiene all’autrice del catalogo (Markova 1977; Markova 1982).

La Crocifissione con astanti della collezione del Museo Puškin mostra una somiglianza con il gruppo di opere legate al periodo giovanile di attività di Jacobello del Fiore. L’artista si formò sotto l’influsso della pittura veneziana del tardo Trecento, in particolare di Giovanni da Bologna e del maestro padovano Guariento. Negli anni giovanili lavorò probabilmente in vari centri della costiera adriatica, in particolare a Pesaro. Con il passar del tempo Jacobello subì l’influsso di Gentile da Fabriano, che svolse un ruolo decisivo nella formazione della maniera matura dell’artista, uno degli esponenti di spicco dello stile tardogotico a Venezia. L’arte di Jacobello del Fiore si sviluppò nel contesto di Venezia e delle Marche.

Mostra di più
Bibliografia
Go to the full description on "Italian painting in VIII-XX centuries" catalogue.
  • Tempera su legno
    47,9×56,3 cm
  • si trova al Museo Puškin dal 1909
    Acquistata da M.S. Ščekin nel primo decennio del XX secolo in Italia, donata nel 1909 da Ščekin
  • Ж-5
Mostra di più
View on the hall's virtual panorama