Antonello de Saliba
Portrait of a Man in a Red Beret with a Book. 1490s

Legno,olio
30×23,5 cm
Ж-77
Arte dell'Impero Bizantino. Arte italiana dei secoli XIII-XVI View on the hall's virtual panorama

Nella collezione D.I. Ščukin il ritratto era ritenuto opera di Cima da Conegliano, mentre nella cartoteca compilata da Vipper e Bloch nel 1919-1920 era attribuito a Marco Basaiti e con questo nome fu acquisito dal Museo Puškin. Lazarev (verbalmente) inizialmente condivise questa attribuzione, che rimase per lungo al quadro, ma poi cambiò opinione a favore di Antonello de Saliba, che era stato proposto come autore da Graščenkov (1960). A sostegno di tale attribuzione si espresse Zeri (verbalmente, 1968); Lazarev confermò questa posizione nel 1972 nelle note in margine al catalogo manoscritto della pittura italiana da lui recensito. Heinemann (1991), dopo aver visto il ritratto dal vero l'ha nuovamente attribuito a Marco Basaiti datandolo intorno al 1503.

L’attribuzione dell’opera non è un compito semplice, anche a motivo dello stato di conservazione della pittura. A causa delle modeste dimensioni del ritratto, i pur lievi ritocchi eseguiti nel corso di restauri ottocenteschi, probabilmente prima che il quadro venisse immesso sul mercato dell’antiquariato, ne sminuiscono il livello artistico, alterando il carattere e l’espressione del personaggio raffigurato.

 

Mostra di più
Go to the full description on "Italian painting in VIII-XX centuries" catalogue.